Vendita, noleggio camper nuovi e usati | Gigi Caravan - Restrizioni viaggi durante il Coronavirus

Coronavirus e viaggi in camper in Italia e Europa: quali sono le restrizioni?

La situazione di queste settimane non è sicuramente facile, ci piacerebbe poter dare delle indicazioni utili per tutti i camperisti. Il sito della Farnesina Viaggiare Sicuri è il riferimento per tutti i tipi di viaggio in aereo, treno o nave, mentre per gli spostamenti in camper vi diamo qualche consiglio e riferimento normativo. 

Aggiornamento situazione Coronavirus: Italia zona rossa fino al 3 aprile 2020

Al momento gli spostamenti su tutto il territorio nazionale sono limitati a esigenze inderogabili, autocertificabili attraverso il modulo del Ministero dell’interno che vi invitiamo a stampare e portare con voi nel caso in cui dobbiate transitare nell’area a contenimento rafforzato.  Le esigenze sono categorizzate in quattro macro insiemi:

  • Comprovate esigenze lavorative
  • Motivi di salute
  • Situazioni di necessità
  • Rientro presso il proprio domicilio/abitazione o residenza.

Come vedete purtroppo il motivo “viaggi e svago” non è contemplato. E anche se la situazione è in continua evoluzione possiamo essere certi che fino almeno al 3 aprile è opportuno rimanere a casa. 

Le sanzioni previste per chi viaggia senza necessità

Su molte strade ci sono posti di blocco che possono verificare la veridicità dell’autodichiarazione in loco o anche con successivi controlli dopo il fermo. La sanzione per chi viola le limitazioni agli spostamenti è quella prevista dall’articolo 650 del codice penale: inosservanza di un provvedimento di un’autorità. La pena prevista è l’arresto fino a tre mesi o l’ammenda fino 206 euro. In casi eccezionali l’ipotesi più grave è quella prevista dall’articolo 452 del Codice penale: delitti colposi contro la salute pubblica che persegue tutte le condotte idonee a produrre un pericolo per la salute pubblica. 

Dove e Come Viaggiare in Europa col Camper

Attualmente non è possibile spostarsi all’interno del territorio nazionale né al di fuori, a meno di comprovati motivi di necessità e di urgenza da dichiarare. Per chi fosse in viaggio in questo momento con il proprio camper indichiamo quali sono le dichiarazioni dei Paesi vicini a noi che sul sito della Farnesina danno indicazioni specifiche per il movimento via terra. Rimandiamo al sito Viaggiaresicuri.it per aggiornamenti e completezza di informazioni per i Paesi che non abbiamo riportato nell’elenco.

Austria

COVID-19. Aggiornamento: Al fine di contenere la diffusione del COVID-19, le autorità austriache hanno annunciato la sospensione del traffico aereo con l’Italia a partire dall’11 marzo, ma si è già subita una pressoché totale cancellazione dei voli da/per l’Italia il 10 marzo. Sono stati inoltre già cancellati i treni notturni che collegano l’Austria all’Italia. Rimangono al momento in servizio i collegamenti ferroviari diurni ma potrebbero subire variazioni o cancellazioni con scarso o nessun preavviso. Per informazioni, si raccomanda di consultare direttamente la compagnia aerea di riferimento o la società di trasporti (in caso di biglietto ferroviario). E' inoltre prevista la possibilità di effettuare controlli alle frontiere (anche sui treni) per la misura della temperatura corporea. Per i cittadini non appartenenti all’Unione Europea provenienti dalle regioni maggiormente colpite dal virus sarà richiesta la presentazione di un certificato medico che escluda l’infezione da coronavirus.

Germania

Al fine di contenere la diffusione del COVID-19, le autorità tedesche invitano tutti coloro che sono nel paese e che negli ultimi 14 giorni siano entrati in contatto con persone di cui sia provata l’infezione da coronavirus a prendere immediatamente contatto telefonico con le competenti autorità sanitarie, indipendentemente dall’insorgenza di sintomi. Coloro che nello stesso periodo abbiano viaggiato nelle aree considerate a rischio, tra le quali l’Italia, senza distinzioni regionali, sono invitati a rimanere precauzionalmente presso il proprio domicilio e ad evitare i contatti non necessari con altre persone. Le stesse Autorità sanitarie tedesche sottolineano che si tratta di raccomandazioni non vincolanti e di un autoisolamento volontario. Nel caso compaiano sintomi acuti respiratori, tali soggetti sono invitati a contattare telefonicamente le autorità sanitarie locali. Non esiste alcun divieto di ingresso, ma risulta che diverse compagnie aeree abbiano cancellato voli da e per il Nord Italia, a causa della carenza di passeggeri. Si raccomanda pertanto di verificare sempre con la propria compagnia aerea, prima di recarsi in aeroporto, l’effettiva operatività del volo. Infine, le persone che abbiano viaggiato in aree diverse da quelle definite a rischio, ma nelle quali si sono registrati contagi da Coronavirus, sono invitate a rivolgersi telefonicamente ad un medico (segnalando il viaggio effettuato) soltanto nel caso abbiano sviluppato sintomi da Covid-19 entro 14 giorni dall’ingresso in Germania. Le autorità tedesche hanno annunciato inoltre che i viaggiatori provenienti dalla Cina, dalla Corea del Sud, dal Giappone, dall’Iran e dall’Italia saranno tenuti a comunicare i loro dati e gli spostamenti effettuati attraverso un’apposita carta di sbarco (Aussteigerkarte), in modo da poter essere contattati rapidamente in caso di necessità. Il sistema è stato esteso anche a chi provenga dall’Italia (come da altre aree classificate a rischio) in treno o autobus e risulta già in atto per le compagnie di navigazione.

Francia

COVID-19 (nuovo coronavirus). Misure preventive. Aggiornamento: Al fine di contenere la diffusione del COVID-19 (nuovo coronavirus), le autorità francesi raccomandano l’adozione di una serie di misure di prevenzione quali monitorare la temperatura, ridurre le uscite non essenziali (quali cinema, ristorante, feste) e la frequentazione di luoghi dove si può venire in contatto con categorie sensibili (malati ospedalieri, donne in stato di gravidanza, persone anziane), lavarsi le mani regolarmente. Altre misure riguardano l’annullamento di alcune manifestazioni e la chiusura di vari luoghi pubblici (fra i quali anche musei). Per il momento, i viaggiatori in arrivo in Francia dall’Italia non sono oggetto di nessun provvedimento particolare. In caso di febbre, tosse o difficoltà respiratorie, si raccomanda di contattare il centro SAMU (Tel. 15 numero gratuito) e di non recarsi direttamente dal medico o al pronto soccorso. I conviventi delle persone risultate positive al COVID-19 dovranno osservare una quarantena domiciliare di 14 giorni. Queste indicazioni potrebbero variare con scarso o nessun preavviso, si raccomanda pertanto monitorare il la pagina di informazione ufficiale del Governo francese https://www.gouvernement.fr/info-coronavirus. 

Svizzera

COVID-19 (nuovo coronavirus). Aggiornamento: A seguito della diffusione, anche in Svizzera, di casi di COVID-19, le autorità elvetiche hanno comunicato l'annullamento di tutte le manifestazioni pubbliche e private con più di mille partecipanti, con effetto immediato ed almeno fino al 15 marzo. Al di sotto dei mille partecipanti, la valutazione dei rischi è rimessa agli organizzatori, d'intesa con le competenti autorità cantonali. In conseguenza di tale decisione, tutte le manifestazioni fieristiche dei prossimi giorni, incluso il Salone dell'Auto di Ginevra (previsto dal 5 al 15 marzo) sono annullate. SwissAir, in risposta alla riduzione della domanda di voli con destinazione l'Italia, ha deciso - attualmente fino alla fine di marzo - la riduzione dei  voli diretti a Milano, Firenze, Roma e Venezia. Si raccomanda di verificare con la compagnia aerea l’operatività del proprio volo.

Croazia

COVID-19 (nuovo coronavirus). Controlli all’ingresso: Al fine di contenere la diffusione del COVID-19 (nuovo coronavirus), le autorità sanitarie locali hanno adottato specifiche misure di controllo nei confronti delle persone provenienti dall’Italia al confine terrestre con la Slovenia, laddove sono stati predisposti container ad hoc adibiti a unità epidemiologiche mobili. Inoltre, tutte le persone provenienti dalla regione Lombardia e dalle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro, Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cussio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso, Venezia, Bolzano saranno sottoposti a quarantena obbligatoria di 14 giorni in struttura individuata di volta in volta dalle autorità croate. La misura si applicherà anche ai cittadini provenienti dalla provincia cinese di Hubei, della regione tedesca della Renania Settentrionale-Westfalia, della città e della provincia coreana di Daegu e Cheongdo, e dall’Iran. I cittadini provenienti da Alto Adige, Emilia Romagna, Marche, Piemonte e Veneto saranno sottoposti a obbligo di autoisolamento domiciliare di 14 giorni. Tali misure si applicheranno anche ai cittadini provenienti dall’intero territorio di Cina, Hong Kong, Corea del Sud, Giappone e Singapore Le persone provenienti dal resto d’Italia verranno sottoposte a verifiche relative a località di origine, località di destinazione e durata della permanenza in Croazia. Le autorità croate potranno estendere le misure restrittive già descritte anche ad altre categorie di viaggiatori e richiedere eventuali accertamenti sanitari anche ai viaggiatori provenienti da altre località oltre a quelle menzionate. Si raccomanda di seguire le indicazioni delle autorità locali. 

Slovenia

COVID-19 (nuovo coronavirus). Misure preventive: A seguito della diffusione del COVID-19 (nuovo coronavirus), le autorità slovene hanno rafforzato i controlli e istituito verifiche generalizzate presso l'aeroporto Internazionale Pucnik di Lubiana, sia in arrivo che in partenza, nonché ai valichi di confine terrestre con l’Italia. Tali misure si applicano a tutti i viaggiatori, indipendentemente dalla nazionalità e provenienza. Per i casi di segnalata sintomatologia associata al Covid-19 è previsto il trasferimento presso all'Ambulatorio Brnik dove, a seguito di accertamenti medici, sono indicati percorsi differenziati per i casi di emergenza e per quelli che non presentano condizioni di gravità. In quest'ultimo caso i cittadini stranieri privi di residenza permanente in Slovenia vengono temporaneamente trasferiti in Ospedale in attesa dell’esito del tampone prelevato. In caso di test positivo viene effettuata approfondita indagine epidemiologica e tracciati i contatti intervenuti.

Cosa fare nel frattempo?

Il nostro suggerimento è: pianificate viaggi che poi quando potremo ricominciare a muoverci liberamente il tempo non sarà mai abbastanza! Nell’attesa di riprendere presto le nostre normali abitudini teniamoci occupati anche dedicando ore di manutenzione al nostro amato camper, compagno di tante avventure, per rimetterlo in strada meglio di prima.

Gigi Caravans

GigiCaravans, con i suoi 30 anni di esperienza nel settore, rappresenta un centro di riferimento per la zona del nord Milanese e della Brianza per la vendita, il noleggio e la manutenzione di camper. Nel piazzale da oltre 5000 mq. puoi trovare camper nuovi Benimar / Pilote e usati delle migliori marche quali Benimar,Le Voyageur e Bavaria.
Puoi noleggiare facilmente il camper dei tuoi sogni oppure usufruire di uno dei nostri fantastici pacchetti vacanza.

Servizi

Contattaci

Contatti

Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido